A scuola di Analisi Sensoriale del Tartufo a cura di Regione Piemonte e Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba

A scuola di Analisi Sensoriale del Tartufo a cura di Regione Piemonte e Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba

 

Dopo il primo Titolo nel mondo del Vino come Sommelier AIS conseguito dedicandomi con passione a un interessantissimo percorso di studi che ho iniziato nel 2007, si è aggiunto quello di Assaggiatore di Vino ONAV a cui è seguito un Master sugli Champagne e il Metodo Classico sempre con l’Associazione Italiana Sommelier.
Affascinata da un mondo tanto ricco di stimoli e per me compiutamente attraente e allettante, ho sentito l’esigenza di approfondire la mia conoscenza del mondo del Cibo, già esercitata nelle numerose degustazioni durante i miei oltre 15 anni di attività di Critica Enogastronomica e Ispettrice di Ristoranti.

 

Ho dunque cercato di addentrarmi con più consapevolezza e scientemente nel mondo dei Formaggi con il Titolo di Assaggiatore di Formaggi ONAF e dei Salumi con il Titolo di Assaggiatore di Salumi ONAS dove oggi faccio parte delle Giurie di Valutazione.

 

Con Centro Sudi Assaggiatori ho poi intrapreso un percorso per conseguire il Titolo di Brand Teller a Brescia e di Assaggiatore Chocolier a Torino con l’Istituto Internazionale Chocolier.

 

Negli anni ho poi partecipato a seminari e Master Class di degustazione di Olio, Aceto Balsamico di Modena, Ostriche abbinate a Blanc de Blancs e devo ammettere che il mondo del Cibo e del Vino è davvero emozionante e non si finisce mai di imparare e apprendere.

 

Mi mancava questa bellissima esperienza sui Tartufi resa possibile da Ente Fiera Internazionale Tartufo Bianco d’Alba.

 

Abbiamo imparato a scegliere i Tartufi, saperli valutare, guardare, annusare e assaporare, traducendo le sensazioni visive, olfattive e gustative in una scheda di valutazione, proprio come si fa con il vino e tanti altri alimenti.

 

Un altro passo verso la consapevolezza del cibo e di quello che mangiamo, mentre prendiamo coscienza ancora una volta della ricchezza di ciò che la Natura ci offre ogni giorno, sorprendendoci in ogni momento dell’anno con i suoi doni.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *