Osteria del Portone dove storia e tradizione incontrano il fascino contemporaneo

Sono stata all’Osteria del Portone per una serata di degustazione di Rum in abbinamento a Sigaro Toscano e sono rimasta immediatamente affascinata dagli spazi, dalla cura dei dettagli e dall’organizzazione sapiente degli ambienti.
Ognuno con la sua personalità distinta e caratteristica, tutti capaci di offrire un’atmosfera rilassante e distesa.

Appesa alla parete una targa verde che riporta la data del 1722 epoca in cui l’Osteria ha esordito con la sua attività nel Centro di Melegnano in una delle posizioni più esclusive e centrali di fianco al Castello Mediceo.

In origine era una locanda con stallazzo e l’anima antica, l’Osteria del Portone, l’ha mantenuta, vestita però da un fascino contemporaneo.

t_20160908_204935 t_20160908_210148

Le sale del Ristorante mi sono piaciute moltissimo e avevo come la sensazione che anche la cucina non potesse essere da meno.
Ho incontrato i proprietari, ho fatto con loro una lunga e piacevole chiacchierata dove ho appreso davvero moltissimo e con grande interesse ho scoperto la dedizione e la passione che ci mettono ogni giorno nel proporre piatti con una forte identita’, non scontati e di assoluto livello.

E tutto questo li ha resti un punto di riferimento gourmet tra i piu’ autorevoli di Melegnano e non solo.
Qui vengono moltissime persone delle zone circostanti e dalla vicina metropoli milanese.
Il locale annovera infatti una clientela attenta e abituale che li apprezza e ne riconosce capacita’ e valenza.

Il menù offre un ventaglio di proposte davvero intrigante fatte di piatti con un’anima semplice, che privilegia ingredienti genuini del Nord Italia, con grande attenzione alla materia prima e alla stagionalità.

Qui la tradizione si fonde perfettamente con innovazione regalando esperienze gustative che meritano di essere raccontante.

La filosofia del locale è quella di premiare competenza dei produttori, naturalezza e autenticità del prodotto, frutto di persone appassionate e di artisti che credono in quello che fanno e lo sanno fare bene. In un mondo dove tutto è tecnologico e industrializzato, qui si da ampio spazio alla tradizione, rispettando la storicità dell’Osteria cercando di regalare emozioni e sensazioni uniche, chiara espressione di un piatto o di un vino fatto a regola d’arte. 

Ecco allora che il prodotto non è assuefatto dalle regole e dai dettami della convenzionalità, ma diventa fattore unico e determinante per creare piatti di assoluta eccellenza.

Le uova utilizzate arrivano dall’allevamento di galline livornesi di Paolo Parisi, chiamato allevatore eretico perché nutre le sue galline anche con latte di capra, così come le uova anche una parte di salumi, il crudo e il cotto di Cinta Senese sono sempre firmati Parisi. Una nota particolare per il Cotto che annovera un “Praga” che viene cotto a bassa temperatura direttamente in osso per evitare la perdita dei succhi.

Il resto dei salumi arrivano da un’azienda familiare vicino a Lecco “Marco d’Oggiono” rigorosamente prodotti come vuole la tradizione in modo semplice e senza conservanti.
La carne equina è quella della storica Macelleria Pellegrini, una delle migliori macellerie equine d’Italia, per loro un punto di riferimento.

Il pane e’ rigorosamente prodotto in casa come le focacce sublimi e golose, credo di averle ordinare almeno due volte !

Mentre burro e formaggi arrivano da piccoli caseifici del Lodigiano.

I primi piatti di Pasta Fresca  sono prodotti artigianalmente e si sente nell’aromaticità e nella freschezza delle selezioni portate sulla tavola.

E tutto questo lo si vede, lo si assapora e lo si degusta appieno in ogni portata.

La Etichette tra Vino, Birre e Distillati, hanno un peso importante in questo Ristorante, e vanno di pari passo con il riuscito progetto di aprire la storica cantina dell’osteria come enoteca.

t_20160909_011557 t_20160909_0117360 t_20160909_011816

Le selezioni prediligono rigorosamente i Vini naturali, prodotti da piccoli vignaioli.
La scelta di offrire solo vini naturali è data dal fatto che la maggior parte dei vini attualmente prodotti nel mondo sono standardizzati, cioè ottenuti con tecniche agronomiche ed enologiche che mortificano l’impronta del vitigno, l’incidenza del territorio e la personalità del produttore.
La standardizzazione sta generando vini simili in ogni angolo del pianeta, appiattiti nei caratteri organolettici e incapaci di sfidare il tempo.
L’utilizzo della chimica nel vigneto e l’utilizzo dei lieviti selezionati in laboratorio sono le due cause principali di questa standardizzazione.
I grandi vini, i vini emozionanti, sono frutto di un lavoro agricolo ormai quasi scomparso e di una vinificazione la meno interventista possibile.
Il vigneto coltivato come un orto.

“Il manifesto dei produttori Triple A indica i criteri di selezione fondamentali che accomunano gli ultimi superstiti che producono vini degni di essere un mito come è sempre stato nella storia dell’uomo. La lobby del vino industriale, tecnologico e non tecnico, impedisce questo rinascimento.
I vini 
Triple A sono dissetanti, producono convivialità, sono l’espressione suprema del savoir faire umano e simbolo tangibile delle forze d’amore che, partendo da un gesto agricolo positivo, arrivano a chiudere in una bottiglia il soffio del vento, la luce del sole, il respiro della terra, le migliaia, milioni di sentimenti e gesti che sono avvenuti in quel vigneto… E che, versata nel bicchiere, fa schioccare la lingua e brillare la pupilla.”

Ecco la spiegazione che mi hanno dato per descrivermi con grande soddisfazione la loro scelta.

Un Ristorante così è certamente da provare ! E voi cosa dite ?

Intanto vi lascio ad alcune fotografie dei piatti che ho degustato. Il menu’ era talmento ricco ed interessante da lasciare solo l’imbarazzo della scelta !

E presto … arrivero’ a voi con il nuovo menu’ Autunnale.

Bravi ! 

 

L’intrigante selezione di Gamberi Rossi con Verdure Croccanti e Gazpacho di Pomodoro Fresco

t_20160908_210811

Il Polpo con Fagiolini e Spuma di Patate 

t_20160908_221047

Spada scottato a Bassa Temperatura con Bocconcini di Mozzarella e Verdure di Stagione 

t_20160908_220917 t_20160908_220943

Il Meraviglioso Risotto con Burrata e Liquirizia

t_20160908_213543_1t_20160908_213429

La Meravigliosa Selezione di Gelati e Sorbetti Fatti in Casa

t_20160908_224451 t_20160908_224610

Le Etichette “Triple A” abbinate ai Piatti

t_20160908_213222 t_20160908_2134570 t_20160908_222016t_20160908_205029

 

Osteria del Portone
Via Conciliazione, 27
20077 Melegnano (Milano)
0039 02 9835366

http://www.osteriadelportone.com/

 

2 Comments

  • Paola says:

    Descrzione particoleggiata, esaustiva e coinvolete ome sempre. Mi hai fatto venire una gran voglia di andarci a qesto Osteria del Portone. Deve essere davvero meritevolissima ! Grazie come sempre delle interessatissime dritte.

  • Vittoria says:

    Complimenti per le foto magnifiche e le descrizioni ! Posto meritevole !

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *